RIDOTTI GLI ONERI ECONOMICI PER RISCATTARE I DIRITTI DI SUPERFICIE NEI PEEP

RIDOTTI GLI ONERI ECONOMICI PER RISCATTARE I DIRITTI DI SUPERFICIE NEI PEEP

Con l'entrata in vigore del RUE sarà più economico entrare nella piena proprietà di edifici del PEEP liberandosi di ogni obbligo limitativo nel caso di vendita o affitto. Con diversi provvedimenti, il Comune di Faenza fin dal 2001 ha approvato le modalità e i criteri per rimuovere i vincoli che gravano sugli alloggi realizzati nelle aree PEEP già concesse in diritto di superficie a tempo determinato. In pratica si tratta di vincoli che riguardano principalmente: -    la durata del diritto di superficie pari a 99 anni. Alla scadenza del termine, questo diritto si estingue e il Comune, proprietario del suolo, diviene proprietario della costruzione realizzata sul suolo -    il rispetto dei requisiti soggettivi (norme Peep), degli acquirenti -    il prezzo di vendita "convenzionato" e non allineato ai valori di mercato - permanenza dei vincoli ai nuovi acquirenti. Tutte le limitazioni nelle compravendite di questi alloggi possono essere eliminati con il pagamento di un corrispettivo pari alla differenza tra il valore venale attuale dell'area (considerato al 60%) e l'importo dell'onere per la concessione del diritto di superficie rivalutato a oggi con gli indici Istat. Nel calcolo il valore venale dell'area fa riferimento a quello previsto per le monetizzazioni delle aree attrezzate a servizi. Applicando questo calcolo e considerando il valore venale in vigore precedentemente all'approvazione del RUE e pari a 600 euro/mq (area peep di via Corbari) per un alloggio di media grandezza in condominio, il corrispettivo da versare poteva aggirarsi, in funzione della quota millesimale di comproprietà superficiaria e come puro esempio, in circa 15.000 euro. Con l'approvazione del RUE è diventata operativa la delibera n. 236 del 22.12.2014 che individua i nuovi valori di monetizzazione delle aree attrezzate a servizi a cui fare riferimento anche per questo calcolo. Oggi, infatti, il valore venale dell'area considerata è stato portato a 450 euro/mq. Lo stesso alloggio può liberarsi di tutti i vincoli presenti con un corrispettivo di circa 10.200 euro con una spesa inferiore al 31% rispetto a prima. E? questa, pertanto, una ulteriore facilitazione per chi non è ancora entrato in possesso della piena proprietà dell?area su cui sorge il proprio alloggio. Tale procedura si applica anche a quelle convenzioni in diritto di proprietà che possono essere sostituite da una nuova senza vincoli particolari. Naturalmente non è un obbligo. E' solo una possibilità offerta dall'Amministrazione per diventare pieni proprietari dell'area su cui sorge la propria casa libera da tutti i vincoli. Le eventuali richieste vanno presentate al Settore Territorio del Comune di Faenza e non comportano nessun impegno da parte del richiedente che può decidere o meno di attuare la trasformazione. Tratto da comunicato stampa a cura del Settore Territorio del Comune di Faenza

 

Ultimo aggiornamento: 26/01/2022 h. 08:20      website Dinamo   data Cometa